ARSENE, UNA VOCE DALL'AFRICA canta e racconta


Lo scorso dicembre una improvvisa nevicata ha impedito a molti di essere presenti all'entusiasmante serata di Arsene Duevi, antiruggine la ripropone SABATO 14 maggio ore 21.

Suoni, voci e canti dell’Africa Nera.

Due artisti del Togo, piccolo stato dell’Africa centro occidentale: la voce del cantante togolese Arsene Duevi (anche bassista, chitarrista, direttore di coro e etnomusicologo: in Africa Occidentale ha condotto una minuziosa ricerca sui ritmi e canti locali ed è stato direttore del coro della Cattedrale di Lomè), le percussioni di Tetè Da Silveira (percussionista togolese suona e dirige un gigantesco gruppo di percussionisti del Togo), ma anche il grande pentolone di Trinidad di Tobago conosciuto come Steel Pan, il bouzuki greco e il cumbus turco suonati dal polistrumentista Roberto Zanisi.

All'antiruggine in collaborazione con Musicamorfosi www.musicaorfosi.it suoni insoliti, canzoni che parlano di pace, di tolleranza di impegno per migliorare le cose e che invitano a ascoltare la voce degli anziani del villaggio e ad aprire la mente e il cuore a voci e tradizioni di altre culture che possono arricchire anche la nostra vita di tutti i giorni.

Quello che un anziano vede stando seduto, un giovane non vede in piedi su un tavolo proverbio Ewè (Togo)


SABATO 14 MAGGIO 2011 ore 21


PASSAPAROLA!


ingresso responsabile

3 commenti:

james cook ha detto...

visto e vissuto ieri sera.
assolutamente imperdibile.

:))

Anonimo ha detto...

Perso, purtroppo.
Spero in una programmazione futura

Anonimo ha detto...

solitamente sono le "tette" ad attirare l'attenzione...
stavolta invece,a far la differenza, è l'assenza di una consonante: tete da silveira,più percussioni per tutti !!!